Cagliari, Rastelli il motivatore per un ambiente con il morale sotto i tacchi

0
1864

Rastelli, neo tecnico del Cagliari

Ormai è ufficiale da un po’ di giorni: Massimo Rastelli è il nuovo allenatore del Cagliari. lui toccherà l’arduo compito di riportare i sardi di nuovo in A.

IL COMUNICATO
Il Cagliari Calcio comunica di avere affidato la guida tecnica della prima squadra a Massimo Rastelli.
Il neo allenatore ha siglato un accordo valido dal 1 luglio 2015 fino al 30 giugno 2018.
Il tecnico, classe 1968, arriva in rossoblù dopo aver ottenuto la promozione in Prima Divisione con la Juve Stabia al suo primo anno da allenatore, seguita dalle due parentesi con Brindisi e Portogruaro e la recente e positiva esperienza alla guida dell’Avellino, portato dalla Lega Pro fino ad un passo dalla finale Play-off del campionato cadetto.
Insieme a lui in Sardegna l’allenatore in seconda Dario Rossi, l’allenatore dei portieri David Dei ed il preparatore atletico Fabio Esposito.
A Massimo Rastelli e a tutto il suo staff il nostro in bocca al lupo per il conseguimento dei migliori risultati sportivi alla guida della panchina rossoblù.

DALL’UTOPIA ALLA CONCRETEZZA
Per Giulini, l’ingaggio di Rastelli è un deciso passo indietro rispetto alla stagione appena conclusa. Allora si decise di puntare sull’utopia zemaniana d un calcio votato all’attacco, senza avere però, i giocatori necessari per fare quel tipo di gioco. Ora, invece, si passa al calcio tutta sostanza di Rastelli, dove i giocatori devono attaccare e difendere tutti insieme e dove, basta anche vincere 1-0 giocando male.
L’ex attaccante del Piacenza adotta due moduli di riferimento: il 3-5-2 e il 4-3-1-2. Il suo Avellino, in B non ha mai segnato tanto (rispettivamente 48 e 42 gol), ma si è anche contraddistinto per una discreta fase difensiva (45 e 42 gol incassati).
Logico pensare, quindi, che la filosofia di gioco usata tra i “Lupi” venga riproposta in Sardegna, dove, il potenziale a disposizione sarà comunque, qualitativamente migliore.
Il primo compito di Rastelli, sarà però quello di rivitalizzare un ambiente con il morale sotto i tacchi dopo la retrocessione.
Il suo ingaggio sembra giusto per il tipo di progetto che Giulini (un mix di giovani ed esperti che abbiano subito la forza per risalire in A) ha in mente, ma può rivelarsi un boomerang nel caso in cui le cose non prendessero subito la piega giusta. In quel caso, infatti, Rastelli avrà le spalle abbastanza larghe per reggere la pressione di una piazza che non vuole avere ulteriori dispiaceri?

[articolo letto 27 volte]

The post Cagliari, Rastelli il motivatore per un ambiente con il morale sotto i tacchi appeared first on FANTACALCIO NEWS.

Vedi l’articolo qui :

Cagliari, Rastelli il motivatore per un ambiente con il morale sotto i tacchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.