scommessopoli la storia, vediamo cosa è successo, riassunto

0
886

Inizia tutto con la preoccupazione per le partite

Lo scandalo scommesse tiene con il fiato sospeso tutto il calcio italiano. Ieri il procuratore federale ha deciso di archiviare dopo aver esaminato gli atti din indagine espletati, le seguenti partite: Andria-Real Marcianise (Campionato di Prima Divisione girone B); Empoli-Salernitana (Campionato di Serie B); Rodengo Saiano-Legnano (Campionato Seconda Divisione girone A); Alghero-Pro Belvedere Vercelli (Campionato Seconda Divisione girone A); Napoli-Cagliari (Campionato di Serie A); Chievo Verona-Napoli (Campionato di Serie A); Ancona-Grosseto (Campionato di Serie B); Brescia-Ancona (Campionato di Serie B); Napoli-Parma (Campionato di Serie A), quella terminata 2-3 e con il figlio del boss a bordo campo.

Rimangono al momento indagate altre 36 partite:

SERIE A (10 partite)

Catania-Chievo 1-1 16 gennaio 2011 nella lista dei Monopoli

Genoa-Roma 4-3 20 febbraio 2011 nella lista delle Procure di Treviso, Cremona e Monopoli

Inter-Lecce 1-0 20 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona

Fiorentina-Roma 2-2 20 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona

Brescia-Bologna 3-1 2 aprile 2011 nella lista della Procura federale della Figc e Monopoli

Genoa-Cagliari 0-1 3 aprile 2011 nella lista della Procura di Cremona, esposto di SkySport365

Chievo-Samp 0-0 3 aprile 2011 nella lista della Procura di Cremona, Figc e Monopoli

Chievo-Bologna 2-0 17 aprile 2011 nella lista della Procura di Cremona, esposto di SkySport365

Genoa-Lecce 4-2 23 aprile 2011 nella lista della Procura di Cremona

Lecce-Lazio 2-4 22 maggio 2011 nella lista della Procura di Cremona, Napoli e Figc

SERIE B (7 partite)

Albinoleffe-Piacenza 3-3 20 dicembre 2010 nella lista della Procura federale Figc, Monopoli ed esposto di SkySport365

Livorno-Ascoli 1-1 25 febbraio 2011 nella lista della Procura di Cremona

Albinoleffe-Modena 0-0 1 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona e Monopoli

Ascoli-Atalanta 1-1 12 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona e Ascoli

Atalanta-Piacenza 3-0 19 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona, Bergamo, Figc, Monopoli ed esposto di Sky Sport365

Padova-Atalanta 1-1 26 marzo 2011 nella lista dei Monopoli

Siena-Sassuolo 4-0 27 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona ed esposto SkySport365

LEGA PRO (18 partite)

Cremonese-Spal 1-4 6 settembre 2010 nella lista dei Monopoli

Cremonese-Spezia 2-2 17 ottobre 2010 nella lista della Procura di Cremona

Monza-Cremonese 2-2 21 novembre 2010 nella lista della Procura di Cremona

Cremonese-Paganese 2-0 14 novembre 2010 nella lista della Procura di Cremona

Como-Spal 2-3 14 dicembre 2010 nella lista dei Monopoli

Brindisi-Vibonese 0-0 19 dicembre 2010 nella lista della Procura di Bari, Potenza e Monopoli

Spal-Cremonese 1-1 16 gennaio 2011 nella lista della Procura di Cremona

Benevento-Viareggio 2-2 13 febbraio 2011 nella lista della Procura di Cremona, Monopoli ed esposto di SkySport365

Verona-Ravenna 4-2 27 febbraio 2011 nella lista della Procura di Cremona ed esposto di SkySport365

Benevento-Cosenza 3-1 28 febbraio 2011 nella lista della Procura di Napoli, Cremona e Guardia di Finanza

Lamezia-Neapolis 1-3 4 marzo 2011 nella lista della Procura di Napoli, Monopoli, Figc

Taranto-Benevento 3-1 13 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona, Potenza, Guardia di Finanza

Alessandria-Ravenna 2-1 20 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona

Sambonifacese-Montichiari 0-0 20 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona, Monopoli, Figc

Benevento-Pisa 1-0 21 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona e Napoli

Ravenna-Spezia 0-1 27 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona e Napoli

Fondi-Neapolis 2-3 27 marzo 2011 nella lista della Procura di Napoli, Monopoli, Figc

Reggiana-Ravenna 3-0 10 marzo 2011 nella lista della Procura di Cremona

COPPA ITALIA

Bari-Livorno 4-1 1 dicembre 2010 nella lista della Procura di Cremona, Bari, Potenza, Monopoli, Guardia di Finanza

16/giu/2011
Atalanta chiamata in causa , il club ha pagato per taroccare partita, questo quanto emerge dalle dichiarazioni degli indagati

Dopo la prima ondata di intercettazioni telefoniche shock, ora dall’inchiesta della Procura di Cremona su Scommessopoli emergono ulteriori particolari che fanno luce, ovviamente in attesa di altri riscontri che li confermino, sul torbido scenario già emerso in precedenza.

l’Atalanta – è che le dichiarazioni degli indagati stavolta chiamano in causa non soltanto singoli giocatori ‘taroccatori’, ma la stessa società, che quindi avrebbe ‘fatto’ le partite ad un livello superiore, con la conseguenza che poi – più in basso – giocatori e scommettitori avrebbero a loro volta beneficiato della conoscenza della circostanza per fare ulteriore cassa.

Cremona – Il giorno della verità. Torna davanti ai magistrati di Cremona l’odontoiatra marchigiano Marco Pirani. Il 55enne di Sirolo è stato arrestato il 1 giugno scorso. Il procuratore capo Roberto Di Martino ha deciso di ascoltare Pirani per individuare calciatori, dirigenti e società di Serie A e B e Lega Pro. Il dentista ha parlato di “una trentina di partite truccate”. Diciotto di queste erano già note nell’inchiesta, le altre no. Tra le novità una vecchia partita di serie A e due di B. Le informazioni sul risultato di questi match era generalmente affidabile e Pirani le avrebbe ottenute da Massimo Erodiani, in contatto, a quanto riferisce l’odontoiatra, con giocatori anche di serie A.

Il primo interrogatorio Pirani non si era limitato a parlare in merito ai fatti che gli venivano contestati ma aveva fatto anche il nome di almeno cinque squadre di Serie A, Roma, Fiorentina, Genoa Lecce e Cagliari, e citato come “truccati” gli incontri dell’ultimo campionato Fiorentina-Roma del 20 marzo finita 2 a 2, Lecce-Cagliari del 17 aprile terminata 3 a 3 e Genoa-Lecce del 23 aprile conclusasi 4 a 2.

30 le partite truccate

Il commercialista di Signori “Erano arrivate delle voci su una combine Inter-Lecce che poi non si sono rivelate vere”. Il commercialista di Beppe Signori conferma davanti al gip Salvini l’impianto accusatorio dell’inchiesta sul calcioscommesse, anche se, sottolinea lui stesso al termine dell’interrogatorio, “non c’era nessuna centrale di scommesse nel nostro studio”. Il commercialista, che è agli arresti domiciliari, si è fermato a parlare con i giornalisti al termine dell’interrogatorio. In tre ore Bruni ha spiegato la sua versione al gip “confermando l’impianto accusatorio – ha detto il suo legale, Bruzzese – e fornendo particolari per chiarire la nostra posizione”. “Non ho mai avuto rapporti con il calcio giocato – ha sottolineato Bruni – ci sono state date della dritte sbagliate su Inter-Lecce e noi abbiamo giocato. Ma non c’era nessun illecito su quella partita tanto è che abbiamo perso”. Al gip Bruni avrebbe fatto il nome di Massimo Erodiani e Antonio Bellavista come i due che avrebbero fornito “la dritta” sulla partita, poi rivelatasi sbagliata. In merito alle altre due partite che vengono contestate al commercialista, Atalanta-Piacenza e Benevento-Pisa (combinate secondo l’accusa), Bruni ha detto che su quegli incontri “noi non abbiamo giocato”. Quanto a Beppe Signori, “è un mio amico e sono il suo commercialista – ha aggiunto -, ma non abbiamo fatto scommesse insieme. Quello che voi chiamate clan dei bolognesi – ha concluso – ha giocato una sola partita e ha perso”.

Il fascicolo su Napoli-Parma Un nuovo fascicolo sull’incontro di calcio Napoli-Parma dell’aprile 2010 potrebbe essere aperto dalla procura di Napoli sulla base di elementi investigativi raccolti negli ultimi giorni, e in particolare sulla fotografia in cui Antonio Lo Russo, esponente dell’omonimo clan camorristico del quartiere Miano, compare a bordo campo durante la gara. E’ verosimile che la procura disponga accertamenti sull’immagine, scattata dal fotografo dell’Ansa Ciro Fusco: la delega ai carabinieri del gruppo di Castello di Cisterna potrebbe arrivare nei prossimi giorni. Il precedente fascicolo, aperto dal pm Luigi Alberto Cannavale sulla base delle dichiarazioni del boss pentito Salvatore Lo Russo, zio di Antonio, era stato invece inviato nel luglio dello scorso anno alla procura della Federcalcio, perché non erano emersi elementi sufficienti a sostenere accuse penali.

Gli atti in Figc “Mandateci gli atti per consentirci di accelerare sul versante sportivo dell’inchiesta”. Questo il senso di una telefonata che il capo della procura della Figc, Stefano Palazzi, ha fatto di nuovo (dopo quella seguente allo scoppio dello scandalo) poco fa al pubblico ministero di Cremona, Roberto Di Martino. La risposta del magistrato è stata collaborativa: ha infatti preannunciato l’arrivo delle prime carte entro fine settimana.

La triste vicenda di Paoloni

La triste vicenda di Paoloni, personaggio-chiave di Scommessopoli: tra debiti di gioco e lacrime…
Il portiere del Benevento, finito in carcere per decisione del Tribunale di Cremona, era travolto dai debiti; alla moglie faceva firmare assegni ed addirittura ipotecare la casa.

DONI un nome che salta sempre fuori ma le prove?

Non finisce di riservare sorprese l’inchiesta sul calcio scommesse denominata ‘Scommessopoli’. L’ex giocatore Gianfranco Parlato, il commercialista Francesco Giannone e il medico-dentista Marco Pirani hanno infatti parlato durante i loro rispettivi interrogatori la presunta combine relativa alla partita Atalanta-Piacenza 3-0. I soggetti interrogati hanno negato di avere avuto rapporti diretti con il capitano bergamasco Cristiano Doni, ma hanno al contempo affermato di avere intrattenuto rapporti col preparatore dei portieri del Ravenna Antonio Santoni, amico di Doni. Ecco alcuni estratti delle dichiarazioni rese da Parlato, riprese dalla Gazzetta dello Sport: “In contanti. Circa una quarantina … Cercatemi di capire anche! Cercate di capirmi, non è che non voglio parlare, ho parlato fino adesso, però alcune domande magari aspetto che anche lei mi dice. Da chi riceve i soldi Santoni non lo so, non lo so veramente perché… io, però li prendo più o meno al casello di Modena, mi sembra, il giorno stesso della partita. Io ero con la mia Volkswagen e lui…Era già fermo con la macchina, era fuori”.

Anche Pirani fa riferimento a Cristiano Doni:”Di Doni, ecco, da quello che posso sapere io nel mondo del calcio io non è che conosco solo Giorgio Buffone nel mondo del calcio, ne conosco tantissimi di giocatori. Doni è uno che fa partite non a livello di Paoloni, ma quando c’è da fare una partita o le società, o le squadre avversarie o i giocatori si rivolgono a lui”.

Giannone ha invece affermato: “Dalle informazioni che potevo avere, che in sostanza Atalanta-Piacenza era già una partita fatta…. L’avevano già stabilita. Mi avevano riferito che Doni è uno che nell’ambiente si sa, che è uno che gioca; gioca pesante e quant’altro. Quindi, la partita di fatto l’aveva fatta lui. L’idea che mi ero fatto io infatti era questa qua: che probabilmente l’Atalanta aveva parlato chiaramente con qualcuno del Piacenza e nel caso specifico credo con Gervasoni del Piacenza. Paoloni la stava vendendo come una partita fatta da lui, questa era l’idea che mi sono fatto io”.

Ecco alcuni stralci delle intercettazioni, che testimoniano i vari ‘passaggi’ della combine’:

Massimo Erodiani, raccoglitore e organizzatore di scommesse sportive, riferisce a Paoloni che gli ‘Zingari’ sono disposti a puntare sull’over di Inter-Lecce, previo incontro con due giocatori per avere garanzie.

PAOLONI Marco: haò..
ERODIANI Massimo: èh, allora ?
PAOLONI: eh, ho finito adesso.. mò faccio la doccia … e li chiamo dai…
ERODIANI: vedi un po’, perchè là… là… già mezzanotte… quindi se è… dobbiamo dirglielo subito.. PAOLONI: va bene…
ERODIANI: ohh, li abbiamo contattati gli Zingari di merda…
PAOLONI: èhh…
ERODIANI: erano interessati, solo sai che c’hanno messo un vincolo…
PAOLONI: èhh…
ERODIANI: devo… però, vogliamo vedere almeno due attori…
PAOLONI: ehh…
ERODIANI: c’ho detto… vattene a f’anculo… va cammina, e come facciamo a farglieli incontrare..? Cioè, siamo noi con loro.. capito ?
PAOLONI: ehh…
ERODIANI: e tu ci riesci a fare un miracolo del genere?
PAOLONI: eh, mò fammi fare la doccia dai..
ERODIANI: dai.. Ok,… ciao..
PAOLONI: ciao.

Francesco Giannone, colui che effettua materialmente le ‘puntate’ nelle agenzie di scommesse per conto dei ‘Bolognesi’ (di cui fa parte Signori), comunica a Erodiani che la gara di S.Siro deve vedere segnati almeno quattro gol. E i pagamenti della vincita avverranno il giovedì successivo.

FRANCESCO, uomo dall’accento calabrese, chiama ERODIANI.
ERODIANI Massimo: pronto
FRANCESCO: …ehi… allora ascolta che c’ho tutte le informazioni
ERODIANI:…si
FRANCESCO:…una buona e l’altra potrebbe sembrare cattiva ma non dovrebbe cambiare molto
ERODIANI:…dimmi
FRANCESCO:…allora perché…se la partita quella che ho individuato io…..una che avevo già..
ERODIANI:…dai è l’INTER su
FRANCESCO:…eh che pensavo appunto che si potesse fare
ERODIANI:….io mo’ ti dico pure il nome di chi mi ha chiamato
FRANCESCO:….no no ma non i interessa guarda…la cosa che si può fare però è questa qui….che ce ne vogliono quattro…ti spiego perchè…perchè stavo guardando qui le quote loro
ERODIANi:…ah ah…
FRANCESCO:…che praticamente di solito è il 2.5 (due e mezzo) e invece loro con TRE FANNO PARI è 0.94 (zero novantaquattro) da loro
ERODIANI:…ok
FRANCESCO:…però con quattro capito?…
ERODIANI:..ah ah

Dopo un litigio tra Bellavista e l’Erodiani perchè l’ex capitano del Bari si lamenta dei soldi in meno che gli entrerebbero rispetto ai ‘Bolognesi’, Giannone è rassicurato (mendacemente) dallo stesso Erodiani, che sostiene come tutti gli ‘attori’ calciatori abbiano avvallato la combine. Poi, Bellavista telefona a Bettarini:UOMO dall’accento toscano (l’utenza è del noto ex calciatore Bettarini) e Antonio Bellavista
UOMO toscano:….tu ascolta TISCI che vai parecchio lontano
BELLAVISTA Antonio:…..no ma ho fatto pure io….
UOMO toscano:…tu ascolta TISCI
BELLAVISTA:….ho fatto pure io qualcosina
UOMO Toscano:…eh grazie a chi?
BELLAVISTA:….eh grazie a te ci mancherebbe
UOMO Toscano:…ah ecco…ascolta TISCI che vai lontano io lo so che te spippoli tanto…anche LIVE spippoli tu
BELLAVISTA:…no non ho fatto un cazzo perchè sembrava vera zio poroc ad un certo punto
UOMO Toscano:…..l’acqua…l’acqua vera….acqua vera rocchetta e l’uccellino
BELLAVISTA:….no perchè questa era al trentacinquesimo ed è “O” ….poi
UOMO Toscano:…eh si pure io giocavo a tennis al trentacinquesimo…..al quarantaduesimo c’è stata un’entrata a girocollo
BELLAVISTA:….dove sei…ma quando è che passi?
UOMO Toscano:….sono in viaggio, mercoledi…
BELLAVISTA:…..ah mercoledi, dove stai andando….
UOMO Toscano:…a Milano, sono a Viareggio
BELLAVISTA:…ah sei a Viareggio e stai andando a Milano….ma la MELITA quando è che torna?

OMISSIS…parlano di donne (Melita Toniolo è una valletta televisiva, n.d.r.)…

BELLAVISTA:…..PER DOMANI SE TI DO’ UNA CHICCA?
UOMO Toscano:…NOOO!!!
BELLAVISTA:….EHHH…..CI STO’ A LAVORARE VEDIAMO…UN OVER
UOMO Toscano:…..allora spero che la chicca me la dai pure a me
BELLAVISTA:…..ti piace un OVER?
UOMO Toscano:……siii?
BELLAVISTA:….MI DEVONO DIRE COME QUELLO DELL’ALTRA VOLTA
UOMO Toscano:…dai
BELLAVISTA:…si si
UOMO Toscano:….E’ SEMPRE LO STESSO?
BELLAVISTA:….SI E STAVOLTA MI BUTTO TESTA E PIEDI DENTRO
UOMO Toscano:….si ecco stai attento che mi fai fare danni adesso
BELLAVISTA:….eh oh …IO VADO STAVOLTA POI TI DICO SE ….MI DICI TE COSA VUOI FARE
UOMO Toscano:…..EH BASTA CHE NON TE LO DICE ALL’UNA (ore 13 n.d.r.)
BELLAVISTA:…..ehhhh sempre cosi a quell’ora, te tieni sempre il telefono con te si, sempre cosi come l’altra volta..
UOMO Toscano:…eh va beh l’importante l’importante che….
BELLAVISTA:…eh no l’hai visto…
UOMO Toscano:….lavorare bene non come oggi che hanno lavorato
BELLAVISTA:…..L’ALTRA VOLTA TI HO DETTO UNA CAZZATA?
UOMO Toscano:…..NO NO NO
BELLAVISTA:….oggi hanno fatto poco….roba da macello
UOMO Toscano:…si roba da….da da da ufficio….quando si muovono loro fanno sempre casino BELLAVISTA:….sono stati ….(incomprensibile)….perchè vogliono pigliare da piu’ parti secondo me…va beh pazienza

Il ‘pesce piccolo’ Erodiani quando incontrò “il Beppe nazionale” rimase basito: “E’ un’organizzazione che fa paura, noi al confronto siamo una briciola… è tutto uno schifo!”
Il tabaccaio abruzzese si sarebbe recato all’ormai famoso incontro nello studio dei due commercialisti di Bologna per stringere un accordo tra le due organizzazioni.

Ecco l’intercettazione pubblicata dalla ‘Gazzetta dello Sport’.

ERODIANI: “Sai con chi sono stato ieri sera?”.
LA CIVITA: “Eh”.
ERODIANI: “Con Beppe nazionale”.
LA CIVITA: “Bulo!”.
ERODIANI: “In confronto a loro noi siamo una briciola. Sono un’organizzazione che fa paura. Una serietà incredibile. Pensa, ieri hanno fatto tipo un contratto”.
LA CIVITA: “Veramente?”.
ERODIANI: “Con le condizioni, sì sì: tu mi dai questo e questo, il pagamento è questo… No, allucinante”.
LA CIVITA: “Ma sei andato fuori?”.
ERODIANI: “A Bologna, a uno studio di commercialisti. Dopo ieri ho capito che… cioè… è tutto uno schifo… Ma se porta moneta va bene”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.