Milan, un pari che sa di vittoria

0
616

La Partita che è andata di scena ieri sera al Camp Nou, certamente è stata una sorpresa per moltissimi tifosi milanisti e non solo. Il Milan, anche grazie ad una serata un pò storta da parte del Barcellona (o dei Marziani, come vengono definiti da mezzo mondo calcistico), riesce a pareggiare contro ogni pronostico, perchè si sa: Ibrahimovic assente in una partita del genere non poteva di certo garantire un pronostico favorevole.
Un Milan corsaro e rapido che mette a segno il primo gol proprio dopo neanche un minuto, esattamente 26 secondi, quanto basta a Pato per scattare e bruciare mezza difesa blaugrana e poi a tu per tu con il portiere non sbaglia mai, 1-0.

La Reazione blaugrana si fa sentire subito e il Milan, facendo tesoro del suo vantaggio, preferisce difendersi alla meglio respingendo ogni attacco da parte della squadra di Pep Guardiola.  A circa 10′ dal termine del primo tempo però, il Barca dopo un lungo assedio nella metà campo del Milan, trova il pareggio con Pedro che è stato ben servito dopo un’ azione personale di Messi.

Nella ripresa è un monologo Barça, un Barca che sembra quasi umiliare il Milan sotto il profilo del possesso palla, ma che di fatto non riesce a concludere al meglio le sue azioni grazie ad una strepitosa serata da parte della difesa milanista. Al 50′ il Barça beneficia di una punizione, un pò dubbia, e sulla palla va Villa che con una strepitosa punizione porta in vantaggio il Barcellona.

Un dominio, quello blaugrana, che dura fino al 90′, minuto nel quale il Milan riesce a far salire tutte le sue torri in area avversaria per un ultimo, disperato, tentativo di agguantare i famosi marziani. Un angolo che, regala una palla che Thiago Silva non sbaglia di certo e fissa il risultato finale sul 2-2. Forse nessuno, alla vigilia, ci avrebbe sperato almeno nel pareggio, ma si sa, nel calcio nulla è impossibile.

Foto | © sportmediaset.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.