L’Inter riparte: difesa a 4 e tante novità

0
526
gasperini
gasperini

Quello di stasera non è solo l’esordio della squadra nerazzurra in Champions League, è la partita del riscatto, dopo quella brutta serata al Barbera, una sconfitta che ha lasciato l’amaro in bocca a tutti i nerazzurri e soprattutto al presidente dell’Inter Massimo Moratti.

Proprio il presidente, che non ha nascosto il suo malumore per il modulo e sopratutto per la decisione di mandare in panchina sia Sneijder che Pazzini, dei giocatori, secondo Moratti, fortissimi e che meritano di giocare titolari.

Ma la cosa che principalmente ha deluso Moratti è stato il modulo, quello tanto criticato 3-4-3 preferito da Gasperini, ma “odiato” dai tantissimi tifosi nerazzurri. Quindi la rivoluzione non può non partire dal modulo, ed ecco che Gasperini sembra proprio accontentare il presidente decidendo di schierare un Inter seppur con 4 difensori, ma molto offensiva. Ecco perchè la scelta di Nagatomo e Jonathan come terzini che garantiscono una spinta maggiore senza però dimenticare la fase difensiva.

Il modulo adottato da Gasperini sarà quasi sicuramente un 4-3-1-2 che al meglio sfrutta i giocatori della rosa nerazzurra che proprio con quel modulo riesce a dare il meglio, valorizzando un certo Sneijder che, da trequartista riesce a tirar fuori tutta la sua fantasia per mandare in rete il duo d’attacco.

Attacco, che sicuramente sarà composto da Pazzini, esaltato da Moratti, e da Milito, anche se il tecnico, potrebbe schierare a sorpresa Zarate. Niente da fare invece per Forlan, che come sappiamo, non può giocare in Champions League. Dunque novità importanti per l’Inter che si appresta a giocarsi la partita del riscatto con maggior fiducia e serenità, proprio quello che serve per ripartire alla grande.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.