L’Europeo è alle porte: tra foto e amichevoli

0
570

Dopo le sconvolgenti vicende di pochi giorni fa, l’Italia di Cesare Prandelli prova a concentrarsi per l’imminente impegno internazionale. Nella giornata di ieri, 30 Maggio, i dirigenti della Nazionale hanno accolto a Coverciano gli sponsor mentre gli azzurri, con un completo da quattro soldi targato Dolce e Gabbana, hanno posato per le foto ufficiali. Il clima è parso più disteso, con una certa difficoltà però i ragazzi provano a rilassarsi e pensare unicamente alle partite che li aspettano in Polonia.

Ripreso poi l’allenamento, il ct ha sottoposto i suoi ragazzi ad una seduta tattica in campo, si è rivisto in gruppo Giorgio Chiellini e probabilmente gli undici che abbiamo visto schierati saranno i titolari il 10 contro la Spagna: ovviamente Gigi Buffon sarà il titolare in porta, in difesa gli juventini Chiellini e Barzagli autore di una stagione da sogno, Maggio a destra e a sinistra un Balzaretti entrato nel mirino del Milan; a centrocampo non potremo far a meno di Pirlo nel ruolo di regista, affianco a lui De Rossi e Marchisio, mentre Montolivo giocherà in posizione avanzata dietro le punte “pazze” Balotelli e Cassano, rispettivamente numero 9 e 10, maglie importanti.

Se l’Italia giocherà soltanto Venerdì a Zurigo la sua unica amichevole prima di partire verso l’Est, contro la Russia, la Spagna ha già giocato il suo secondo incontro nell’arco di una settimana affossando con un secco 4-1 la Corea del Sud, che inevitabilmente ci riporta alla mente brutti ricordi. Tra i marcatori spagnoli spicca un ritrovato Fernando Torres.

Sale invece l’emozione per un altra amichevole prevista in questi giorni, la Germania di Miro Klose giocherà contro la nazionale d’Israele, non prima che una delegazione tedesca, guidata dal ct Loew e dal capitano Lahm, si sia recata presso l’ex campo di sterminio di Auschwitz.

Un forte segnale da parte del mondo del calcio, perché il gioco più bello del mondo deve rappresentare anche un modello etico per i tifosi di tutti i paesi, in Italia forse non l’abbiamo ancora capito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.