Juve di nuovo in testa, Genoa e Fiorentina rischiano la B

0
588

A sette partite dalla fine dei giochi, il campionato di serie A si fa sempre più intenso e affascinante, nessun discorso è ancora chiuso e la sensazione è che si continuerà così fino all’ultimo secondo dell’ultima partita.

La Juventus batte la Lazio 2 a 1 nei minuti finali con una magia di Del Piero su punizione, che risponde ai gol di Pepe e Mauri del primo tempo. “Pareggiare questa partita o perderla sarebbe stato un suicidio calcistico dopo il primo tempo che abbiamo fatto. Messaggio al Milan? Siamo alle battute finali, non molleremo né noi, né loro. Ora è una guerra di nervi, di stanchezza, di lucidità. Noi abbiamo vinto, stiamo bene e pensiamo alla prossima” così a fine partita il capitano bianco nero, presenza numero 700 con la maglia juventina, ha espresso le sue emozioni. Inevitabile la domanda anche sul suo futuro, nonostante l’età avanzata Alex si sta dimostrando in gran forma, sta mettendo in crisi la dirigenza che voleva cederlo a fine stagione “Il mio futuro? Io sto bene di testa e di gambe e penso alla prossima partita”.

Il Lecce di Serse Cosmi supera nel finale il Catania di Montella che non conosceva più sconfitta, con Corvia e Di Michele che nel finale ribaltano la situazione. I pugliesi salgono a quota 34 e fanno tremare il Genoa, fermo a 36 dopo l’1 a 1 contro il Cesena ultimo in classifica, e la Fiorentina con i suoi 37 punti e anche lei fermata sullo zero a zero dal Palermo del tifoso viola Viviano.

Per la lotta al terzo posto, necessario per entrare in Champions League, Roma e Inter approfittano della sconfitta della Lazio, non il Napoli che perde la terza partita di fila, 3 a 1 contro un ottima Atalanta. Gli uomini di Luis Enrique trovano la partita giusta e fanno corrispondere al bel calcio i gol, Totti e Marquinho nel finale rispondono ai gol di Osvaldo e Fernandes del primo tempo, è 3 a 1 per i giallo rossi. L’ Inter passa 2 a 1 al Meazza contro un buon Siena, fenomenale Milito con l’ennesima doppietta, e adesso anche Stramaccioni ci crede “Ho visto un’ Inter brillante e propositiva: stasera abbiamo fatto un passo avanti importante, ogni partita sarà decisiva per raggiungere il terzo posto”.

Stasera si giocherà ancora, vanno in campo Bologna e Cagliari per il posticipo del turno infrasettimanale. Sarà certo dura per il Cagliari, che orfana del proprio stadio, va ad affrontare l’ennesima trasferta priva del suo uomo più pericoloso, il bomber PinillaPer noi e’ un buon periodo sia sul piano del gioco, sia su quello dei risultati. Dobbiamo andare avanti cosi’. Abbiamo dimostrato grande personalità. A Bologna mi attendo una partita molto combattuta: tutte e due le squadre sono alla ricerca di punti. In Emilia piove, quindi dovremo giocare su un campo pesante e dovremo essere preparati anche sotto l’aspetto agonistico ” così Ficcadenti infonde coraggio ai rossoblù, sarà probabilmente una partita bella e combattuta, il pareggio non serve a nessuna delle due squadre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.