Italia dominatrice, batte l’Inghilterra e vola in semifinale

0
655

Quando Andrea Pirlo si è portato sul dischetto del rigore per tenere alte le speranze dei tifosi azzurri, molti probabilmente si erano già rassegnati, Montolivo aveva ormai sbagliato un rigore per noi e la beffa sembrava prendere forma. Sarebbe stata una vera ingiustizia, ma niente che non appartenga al “bello del calcio”: giocando come la squadra di Hodgson ha fatto ieri la Grecia nel 2004 ha vinto un europeo, ma l’Inghilterra ha un altra storia calcistica rispetto ai greci, vederla trionfare dopo essere stata umiliata con qualità tecnica e tattica per 120 minuti sarebbe stato un boccone amaro davvero difficile da mandare giù.

Uno pensa che nei rigori alla fine conti solo la fortuna, per tutta la gara gli inglesi hanno sperato in un pareggio che portasse ai penalty, la sorte gli avrebbe sorrisi molti ne erano certi. Poi arriva Pirlo, che mostra al mondo intero come una serie di calci di rigore possa essere dominata, il suo colpo di genio sprona i compagni di squadra e da la mazzata finale agli avversari.

Sguardo glaciale, rincorsa breve e cucchiaio, palla che piano piano si insacca al centro della porta, Hart battuto. In quel momento, anche se l’Italia era virtualmente ancora in svantaggio, tutti noi abbiamo capito che ce l’avremo fatta.

Ha ragione il nostro commissario tecnico, il calcio giocato, “alla spagnola” come dice qualcuno, è la nuova frontiera di questo sport. Nella serata di ieri si sono scontrate due filosofie di gioco opposte, a trionfare è stata l’Italia, è stata un idea di bel calcio e concretezza, all’Italia è mancato solo il gol, dettaglio da non sottovalutare visto l’esorbitante numero di occasioni. L’Inghilterra è stata annientata sotto ogni profilo e questo c’è da dirlo e anche merito suo e del suo atteggiamento rinunciatario.

L’Italia convince e per nostro grande sollievo vince, si va in semifinale contro la Germania. I tedeschi partono favoriti ma chi ha più paura degli avversari sono loro, troppi i loro brutti ricordi legati alle sfide internazionali delle due squadre.

Per noi l’europeo va avanti, questo è il calcio che ci piace, quello giocato sul rettangolo di gara, con qualità, con grinta, con cuore. Godiamoci lo spettacolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.