Italia – Far Oer: 5-0 partita chiusa in 30min

0
692

In occasione del ritorno a Firenze di Cesare Prandelli come ct della nazionale italiana, gli azzurri affronteranno le Far Oer tentando di portare a casa altri 3 importantissimi punti in vista di Euro 2012. Nella conferenza della vigilia Prandelli non ha avuto problemi a rivelare i nomi degli undici titolari, svelando anche le novità rispetto all’uscita di venerdì a Sarajevo. In porta ci sarà il rossoblu Viviano che rileverà Sirigu , apparso non in piena forma, mentre i due esterni saranno De Silvestri ed Antonelli .

OPERAZIONE simpatia. Non potendo le Far Oer essere considerato un test attendibile, lo testimonia la gara chiusa in mezz’ora, gli azzurri fanno un po’ di pubbliche relazioni. Vincono divertendosi (5-0), abbracciati dal pubblico di Firenze che si rivede in questa Nazionale: molto viola tra tifosi giocatori (il portiere Viviano), tesserati e, ovviamente, Cesare Prandelli. E comunque arriva la vetta solitaria della classifica, favorita dal pari tra Serbia e Slovenia nell’altra gara del girone. Ribadiamo, impossibile dare un giudizio tecnico su una gara praticamente di allenamento. Le Far Oer del resto sono una sorta di serena enclave nell’isterico mondo del calcio professionistico: ci trovi carpentieri, maestri di scuola, gente che nella pace dell’isola si alza di buon’ora per portare a casa la pagnotta.

LEADER CASSANO – Caratteristiche naif che i nordici mostrano soprattutto in fase di approccio. Barricate sì, ma non feroci. Gli altri vincono sempre? E chi se ne importa. Un clima platonico insomma, nel quale tuttavia l’Italia fa vedere qualcosa. Buona circolazione palla e gesti tecnici di un certo livello. Su tutti, ancora una volta, Antonio Cassano: il barese segna una rete molto bella, dispensa assist e giocate a iosa. Insomma, nella crescita verso il ruolo di leader è un altro passo importante

Calcio campioni:
12. Marco Van Basten (Olanda) L’olandese aveva tutto: grazia e forza, supremazia nello stacco aereo e istinto predatorio negli ultimi metri. Sfortunatemente una caviglia perennemente infortunata lo ha costretto al ritiro quando ancora aveva molto da dare al calcio.Per chi non lo avesse visto, il goal a volo agli europei dell’ottantotto contro la Russia è l’esempio più lampante della classe di Van Basten. Vai qui per vedere l’originale :
?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.