I verdetti della serie A

0
490

Milan campione d’Italia con due giornata d’anticipo, grande festa a Roma.

Il giorno dopo la conquista dello scudetto del Milan prosegue la 36ª giornata di serie A con un ricco programma di partite di grande importanza per la corsa ai posti Champions e per la lotta-salvezza. L’Udinese vince lo “spareggio” per la Champions con la Lazio, l’Inter batte la Fiorentina e ipoteca il secondo posto grazie anche alla sconfitta del Napoli a Lecce. Il Catania vince a Brescia condannando i lombardi alla serie B. Ecco il programma (calcio d’inizio alle 15):

Bologna-Parma 0-0
Brescia-Catania 1-2 (Silvestre 28′ pt, Bergessio 30′ st, Diamanti 46′ st)
Cagliari-Cesena 0-2 (Jimenez 9′ st, Malonga 39′ st)
Inter-Fiorentina 3-1 (Pazzini 25′, Cambiasso 28′ pt, Gilardino 29′ st. Coutinho rig. 31′ st)
Lecce-Napoli 2-1 (Corvia 4′ st, Mascara 22′ st, Chevanton 43′ st)
Udinese-Lazio 2-1 (Di Natale 36′ e 42′ pt, Kozak 31′ st)
Genoa-Sampdoria alle 20.45
Juventus-Chievo lunedì alle 20.45

L’Udinese di Guidolin supera per 2-1 la Lazio e la scavalca al quarto posto in classifica. I friulani, ora hanno due punti di vantaggio sulle romane e diventano i grandi favoriti per la corsa alla Champions League. Decisiva al Friuli la doppietta realizzata nel primo tempo da Di Natale. Inutile l’assalto biancoceleste nella ripresa e il gol di Kozak arrivato ad un quarto d’ora dalla fine. Da segnalare un rigore parato da Handanovic a Zarate. L’Inter supera 3-1 in casa la Fiorentina e si conferma la seconda forza del campionato. Prosegue così la grande marcia di Leonardo a San Siro: undici vittorie in undici partite. Protagonisti della sfida Pazzini, Cambiasso e Coutinho. Inutile il gol di Gilardino. Quattro punti sotto i nerazzurri c’è il Napoli che perde a Lecce per 2-1 ma è ad un passo dal terzo posto matematico: alla squadra di Mazzarri, infatti, basterà conquistare un punto nelle prossime due gare. Cavani (espulso) e Mascara (ammonito e diffidato) salteranno il big match della prossima settimana contro l’Inter.

ZONA SALVEZZA – Altra sentenza nella lotta salvezza: dopo il Bari, è ufficiale la retrocessione del Brescia. Letale per i lombardi la sconfitta interna per 2-1 contro il Catania di Simeone. Le reti decisive di Silvestre e Bergessio consentono ai siciliani di ottenere la salvezza matematica. Il Lecce, con la vittoria conquistata per 2-1 contro il Napoli, aggancia la Sampdoria al terz’ultimo posto e aspetta di conoscere il risultato del derby della Lanterna in programma stasera fra i doriani e il Genoa. Tre punti vitali anche per il Cesena che batte il Cagliari in trasferta con le reti di Jimenez e Malonga e raggiunge la soglia dei quaranta punti in classifica. Pari senza gol e senza troppe emozioni al Dall’Ara fra Bologna e Parma che si dividono la posta e fanno un passo decisivo verso la permanenza nella massima serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.