Germania, Schalke: “Boateng via dall’Italia a causa del razzismo”

0
601

BoatengIl calciatore aveva un accordo con Berlusconi: “dopo la qualificazione in Champions del Milan sarebbe andato via”. Questo è quanto afferma un dirigente del club tedesco.
Dopo essere stato presentato come nuovo giocatore dello Schalke aveva assicurato a tutti che la sua era stata solo una decisione tecnica; voci sempre più insistenti invece sembrerebbero sostenere che Kevin Prince Boateng avrebbe deciso di dire addio al calcio italiano a causa dei ripetuti episodi di razzismo negli stadi. A rivelarlo in un’intervista è stato pure il direttore finanziario dello Schalke, Peter Peters: “voleva assolutamente partire a causa degli incidenti razzisti in Italia”.
E continua dicendo: “Il presidente rossonero Silvio Berlusconi ha dato a Boateng il suo via libera in caso di qualificazione alla Champions League”.

L’ultima partita in maglia rossonera per Boateng è avvenuta nel match 3-0 contro il Psv, dove il calciatore si è congedato con una doppietta.
Qualche giorno dopo aver lasciato il campo come protesta, contro i cori razzisti nei confronti suoi e di altri compagni di colore, in occasione dell’amichevole di Busto Arsizio contro la Pro Patria, il centrocampista ex Milan in un’intervista alla “Bild” aveva ipotizzato una partenza dall’Italia a causa di questi episodi. “Ci dormirò su, e solo dopo l’incontro col mio agente Roger Wittmann vedremo se ha ancora senso continuare a giocare in Italia”.
Al via la smentita della showgirl Melissa Satta che afferma: ” Boateng non è andato via dal Milan per il razzismo
Ed è subito polemica tra la società tedesca e la showgirl italiana, che affermerebbe essere false le dichiarazioni della dirigenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.