Così non va!

0
447

Inghilterra-Spagna-Germania, declassati nel ranking Uefa, siamo solo quarti, una classifica assolutamente veritiera alla luce di quello che il calcio nostrano propone nella grande Europa, e nella “piccola” lega Europea. Troppo poco, e pensare che sia francesi che i portoghesi, tre semifinaliste nell’ultima Europa League, hanno accorciato tremendamente il gap in termine di punteggi dalla quarta posizione da noi occupata. Una crescita esponenziale, nell’ultima stagione, punteggi alla mano i club portoghesi hanno prodotto quasi il doppio dei punti dei club nostrani, ed i francesi grosso modo hanno totalizzato lo stesso nostro punteggio. Non è bastato il monito lanciato dai vertici italiani, dopo aver perso il podio nel ranking, dunque la quarta squadra nell’Europa che conta, rischiamo di scalare ancora, perche dietro non scherzano e ci incalzano. La nuova stagione è iniziata male, subito fuori il Palermo nei preliminari di Europa League contro il modestissimo Thun, e già in estate abbiamo perso una rappresentante che potenzialmente poteva produrre punteggi utili da sommare. La Lazio è a forte rischio eliminazione, persino l’umilissimo Vaslui fa paura, club fondato nel 2002, i biancocelesti non vanno oltre lo 0 a 0. All’Udinese di Guidolin basterà un punto per accedere ai sedicesimi, incontrerà gli scozzesi del Celtic, l’augurio più grande è che almeno i friulani possano accedere al turno successivo. “Consoliamoci” con la grande Europa, Milan e Inter hanno fatto ampiamente il loro dovere, già qualificati con un turno d’anticipo agli ottavi. Il Napoli, sorteggiato nel girone di ferro, guarda la meta da molto vicino, basterà

europa League
Europa League

non perdere contro gli spagnoli del Villarreal, ultimi e senza alcuna possibilità di scalare la classifica, dunque due risultati su tre per la squadra di Mazzarri. L’Italia paga le gite e le scampagnate fuori porto dei nostri club nella piccola Europa, molto spesso le italiane affrontano club di livello decisamente inferiore, imbottiti di primavera e di giovani lanciati allo sbaraglio nelle notti dell’est e dell’ovest, che spesso si tramutano in vere umiliazioni. No attenuanti, è arrivato il momento di onorare le competizioni, anche l’Europa League, l’ultima italiana a vincerla fu il Parma nell’ormai lontano 1998, tra l’altro era ancora la vecchia coppa Uefa, mancano i punteggi delle nostre rappresentanti in questa competizione, sveglia Italia, rischiamo di scendere a picco!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.