Coppa Italia 2012 Juve Milan

0
553

Juventus-Milan, in Coppa Italia la sfida continua

Stasera a Torino il ritorno della semifinale che all’andata i bianconeri vinsero 2-1 a San Siro

Allegri: «Posta in gioco alta, ma l’arbitro stia sereno»

L’ATTESA DI CONTE – Tra rossoneri e bianconeri ci sono solo quattro punti di distacco. La terza in classifica, la Lazio, è distanziata otto punti. A dieci giornate dal termine, tutto lascia credere che il campionato sia ormai appannaggio della coppia di testa. Eppure Antonio Conte non vuole ancora considerare l’ipotesi scudetto. Per lui non ci sono dubbi, conta più la sfida di ritorno della semifinale di Coppa Italia (all’andata finì 2-1 a San Siro per la Juve) che le sfide incrociate in campionato: «È la partita più importante dell’anno perché è la partita che ci può dare la possibilità di andare a giocare una gara per vincere un trofeo. Se martedì sera diremo che ci sono partite più importanti di questa, significherà che siamo andati avanti».

IL MODULO – 4-3-3 o 3-5-2. «Sono due situazioni tattiche che sono ormai abbastanza assimilate da parte dei miei calciatori e quindi c’è possibilità di cambiare anche in corso, così come abbiamo fatto già con il Milan in campionato. L’importante è l’atteggiamento, il modulo è secondario. L’importante è che i calciatori facciano quello che devono fare».

IL MILAN DISTRATTO DALLA CHAMPIONS ?- Nonostante la rassicurante posizione di classifica e l’impegno di Champions, l’allenatore rossonero Massimiliano Allegri non intende lasciare nulla gli avversari: «La posta in palio è molto alta», dice, annunciando che sceglierà i titolari «cercando la via di mezzo in una miscela fra chi ha giocato di più e chi ha giocato meno. A Torino tornerà Mexès, dopo i tre turni di squalifica in campionato, e Seedorf sarà a disposizione – ha spiegato Allegri -. Devo valutare se portare Boateng o aspettare di recuperarlo per la partita con la Roma. Van Bommel, che sarà squalificato in Champions con il Barcellona, non è a disposizione per un problema alla schiena, e anche Robinho non è pronto».

Conte punta su Del Piero, sarà la sua partita, Alex giocherà fin dal primo minuto
E se nel Milan dovesse entrare Pippo Inzaghi, schierato in panchina, allora questa diventerebbe anche una sfida tra i grandi vecchi del campionato. Per cominciare, comunque, Allegri si affiderà a Ibrahimovic, che per Galliani «è al suo massimo di forma in carriera», e ad uno tra El Shaarawy e Maxi Lopez. A centrocampo più Van Bommel che Ambrosini, Muntari e Nocerino. Con Mexès in difesa. Tra i bianconeri Conte ha annunciato inoltre che darà spazio in porta a Storari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.