Clamoroso: Cagliari-Roma rinviata

0
518

Ha davvero del clamoroso la vicenda consumatasi nella nottata di ieri, il tutto è iniziato dalle resistenze del Cagliari Calcio determinato ad aggirare la decisione in prima istanza della Procura, quella di far giocare la partita valida per la quarta giornata di Serie A a porte chiuse.

Lo stadio Is Arenas, costruito in tempi record nell’arco di questa estate, ha bisogno degli ultimi interventi necessari per metterlo in totale sicurezza, vista l’impossibilità anche solo di aprire al pubblico poche sezioni del nuovo impianto la procura del capoluogo sardo ha deciso di non accordare alla società di Cellino i permessi richiesti.

Proprio Massimo Cellino, nella riunione di ieri in videoconferenza da Miami, ha scatenato il putiferio firmando il seguente comunicato sul sito ufficiale del Cagliari: “La Società Cagliari Calcio, rappresentata dal Presidente Massimo Cellino, i tesserati e tutti coloro che lavorano per essa, visto il perdurare della situazione che porta a non vedere più un futuro per via delle difficoltà burocratiche ed il disinteresse collettivo delle istituzioni, invita e chiede a tutti i suoi tifosi, titolari di biglietto e abbonamento, di recarsi allo stadio per assistere alla partita Cagliari-Roma nel rispetto dell’ordine e della civiltà. La Società Cagliari Calcio e i suoi ingegneri reputano infatti la struttura agibile e sicura. Questo atto, assolutamente pacifico, spinto dal dolore e dalla frustrazione, per difendere il diritto di esistere. Viceversa è giusto prenderne atto.                                                                                                                        Il Presidente Massimo Cellino“.

Al comunicato è seguita a tarda notte la decisione delle cariche istituzionali, la partita non si giocherà. Cagliari-Roma è stata rinviata a data da destinarsi, tuttavia se la Roma farà ricorso potrà aggiudicarsi la vittoria a tavolino per 0-3.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.