calcio catania:lo monaco si dimette

2
633

Da giorni giravano voci su Lo Monaco impegnato in una trattativa con una cordata di imprenditori per l’acquisizione della Salernitana, fallita e retrocessa in serie D.
Pulvirenti si dichiara sorpreso quando apprende la notizia sui giornali, incredulo e tradito , nasce il diverbio a distanza e forse personale con Lo Monaco..

Il presidente Nino Pulvirenti è costretto a intervenire e precisare dopo che negli ultimi giorni è venuta fuori la notizia dell’interessamento dell’amministratore delegato della società Pietro Lo Monaco – tuttora uno dei grandi quadri del club – all’acquisizione, con una cordata di imprenditori, della Salernitana, squadra campana appena fallita e ripescata in Serie D. “E allora, il Catania? Che succede al club?”, si chiedono tutti, tifosi in testa. Poi, in serata, il botto delle dimissioni di Lo Monaco…
“La società Calcio Catania e il sottoscritto non hanno nulla a che vedere con la trattativa per l’acquisto della Salernitana di cui parla oggi la stampa”, ha detto stizzito Pulvirenti accendendo la miccia.
“Non ne sapevo e non ne so nulla di questa trattativa – ha poi aggiunto – e non nascondo che ci sono rimasto un po’ male dal punto di vista umano. Capisco, invece, da un punto di vista professionale: la scelta che potrebbe fare Pietro Lo Monaco: al Catania il direttore è legato da un contratto e può accadere che prima o poi il rapporto si interrompa e che le nostre strade si dividano, a prescindere dalla vicenda Salernitana”.
Il caos è diventato bollente come detto, in serata, quando Lo Monaco è sceso in campo. “Mi dimetto dall’incarico. Non mi è mai passato per la testa di andar via dalla Sicilia, vivo qui da 40 anni e qui ho costruito tanto – ha sbottato il dirigente offeso -. Quello che è uscito fuori sui giornali tra ieri e oggi è solo un fulmine a ciel sereno”, ha aggiunto il dirigente.
“In maniera troppo leggera – ha spiegato -, il presidente Pulvirenti ha parlato di una vicenda di cui è sempre stato al corrente. Pertanto visto che mi chiede di prendere una posizione io mi dimetto. Non lascerò il Catania dall’oggi al domani, farò in modo che tutto avvenga gradualmente e lavorerò con la stessa determinazione con la quale ho lavorato in questi anni. Darò il tempo alla proprietà che è unica è sola, e ci tiene a sottolinearlo, di trovare i giusti rattoppi”.
“BASTA: NON CI STO” – Rincara poi la dose: “Penso che fino ad oggi ho svolto le funzioni di Presidente, da domani lo dovra’ fare Antonino Pulvirenti. Non voglio andare oltre con le polemiche. Ci tengo pero’ a puntualizzare che al di la’ delle polemiche tutto questo non mi fa dimenticare del rapporto che ci lega da 10 anni. Dieci anni di grande stima e passione, continuo a volergli bene e a rispettarlo come uomo e professionista, ma io non posso piu’ andare avanti. Non mi interessa come finisce il discorso Salernitana, non mi e’ piaciuto cosa è successo. Io non ci sto”.

2 COMMENTS

  1. il giocatolo no si può rompere per una cavolata buttate la pietra nel vulcano dai che l unione fa la forza lo monaco e pulvirenti dovete tornare marito e moglie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.