Buona notte Manchester!

0
584

Storicamente mai accomunate dallo stesso destino, due volti della stessa città, talmente diversi da considerare illogico qualsiasi paragone tra i due club, almeno storicamente parlando, quelli dello United sempre abituati a primeggiare, con irriverente soddisfazione non si sono mai curati dell’infauste sorti dei cugini, che da quando sono stati accorpati dallo sceicco Mansour, [adsenseyu1]riescono persino a fare la voce grossa con i padroni della città. Ma da questa settimana City e United sono l’espressione imbronciata di una città, entrambi sorprendentemente fuori dalla massima competizione continentale. il crack degli uomini di Ferguson, finalisti lo scorso anno, si concretizza in quel di Basilea, in un girone dal basso spessore tecnico, lo United esce dall’Europa dalla porta secondaria, perche il suo percorso continuerà ,ma in Europa League, ridimensionando drasticamente le entrate economiche e le conseguenti aspirazioni personali dei giovani ragazzacci dello scozzese. Il City esce con onore, con 10 punti all’attivo nel girone più difficile della Champions, ma con la consapevolezza che si poteva fare di più, soprattutto nel doppio scontro con i partenopei, che di fatto hanno deciso le sorti del girone. Anche il City proseguirà il suo percorso europeo nell’altra competizione, con grosso rammarico e grande voglia di riscatto, provando a vincere l’Europa League, parola di Roberto Mancini. I tabloid inglesi scatenati con i titoloni: CANCELLATI! Manchester comanda in Premier, ma nell’Europa pallonara torna ad essere un semplice “capitale” industriale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.