Astori resta a Cagliari

0
607

Non si può parlare di bandiera, ma Davide Astori ha dimostrato grande maturità e professionalità rinunciando alla Russia e ai milioni dello Spartak Mosca per continuare la sua avventura isolana al Cagliari. Dal canto suo il presidente Massimo Cellino si era già dimostrato pronto a rifiutare i 15 milioni di euro offerti dagli orientali, rimettendo la decisione sul futuro del giovane difensore cagliaritano al diretto interessato.

Astori è arrivato a Cagliari nell’estate del 2008 conquistandosi ben presto la maglia da titolare e facendosi notare con prepotenza nello scenario nazionale. Col ct Prandelli è arrivata anche la convocazione in Nazionale per arrivare, in questo Giugno, ad un passo dalla convocazione europea. A 25 anni il difensore è nel pieno della sua carriera e questo risalta ancor di più il valore della sua scelta, ma ecco le sue dichiarazioni rilasciate sul sito ufficiale della società Cagliari Calcio:

Ringrazio i dirigenti dello Spartak Mosca per l’interesse e l’alto investimento programmato, ma resto in Italia e a Cagliari perché vorrei dare un senso compiuto alla mia carriera in rossoblu. I problemi legati all’infortunio della scorsa stagione e la partecipazione sfumata in extremis al recente Europeo avrebbero potuto farmi pensare di cambiare scenari, ma così non è. Andare via ora avrebbe il sapore di una incompiuta: credo nella Società, nel suo progetto del nuovo stadio e nelle ambizioni di una classifica competitiva. Da qui ripartirò facendo del mio meglio per essere protagonista nel nostro campionato. Ai dirigenti dello Spartak, ancora, il mio sentito ringraziamento per aver così altamente considerato le mie prestazioni professionali”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.